La manutenzione dell’ascensore, indipendentemente che si trovi in un palazzo pieno di uffici o in un condominio, è importante non solo per prolungare la vita dell’unità, ma anche per proteggere i passeggeri.

La manutenzione regolare rientra tra le responsabilità del proprietario, o dei proprietari, di un edificio, e in genere, salvo eccezioni, viene ordinata dal comune in cui si trova lo stabile.

Per motivi di sicurezza, e anche per evitare incidenti ed eventuali “brogli legali”, ti suggeriamo di far eseguire la manutenzione, come pure la riparazione, da un tecnico qualificato, tuttavia prima di passare a vedere nel dettaglio come viene effettuata, ecco alcuni consigli preliminari.

Manutenzione ascensore: ogni quanto andrebbe effettuata?

La manutenzione dell’ascensore, in linea di massima, andrebbe effettuata almeno una volta all’anno, questo non solo per garantire che l’ascensore sia conforme alle norme vigenti in Italia e ai protocolli di sicurezza, ma anche per assicurare all’utenza il corretto funzionamento dello stesso.

manutenzione dell'ascensore

Al termine del controllo di routine, il tecnico che l’ha eseguito rilascia un certificato di funzionamento, che può essere registrato all’interno dell’ascensore stesso.

Manutenzione ascensore: cos’altro devo tenere presente?

  • Assicurati che, oltre all’ascensore, anche la sala macchina sia conforme alla legge. Con ciò intendiamo che dev’essere autochiudente e bloccabile, questo per far sì che nessuno possa accedervi senza una specifica autorizzazione, deve avere un’illuminazione adeguata e non dev’essere utilizzata come spazio per lo stoccaggio, in quanto c’è il rischio di incendio.
  • La manutenzione dovrebbe rivelare eventuali problemi di funzionamento, per esempio la luce superiore, o inferiore, rotta, la fossa piena di acqua e di detriti, la parte superiore sporca, l’inversione della porta che non funziona in modo corretto, le luci di emergenza che non funzionano, l’allarme che non scatta, le misure dei cavi che non sono conformi e il limitatore di porta mancante.
  • Nel limite del possibile, cerca di conoscere in anticipo i punti problematici del tuo ascensore, di maniera da prevenirli al meglio e di risolverli durante la manutenzione. Per esempio, devi sapere che il 70% delle richieste di intervento avviene a causa di un malfunzionamento delle porte dell’ascensore. Se è questo il tuo caso, o se questo problema se è già presentato, potresti risolverlo con un operatore di porte ad anello chiuso che tiene d’occhio la velocità con cui le porte si aprono e si chiudono.

La manutenzione dell’ascensore passo a passo

I componenti di un ascensore che richiedono una manutenzione regolare possono essere classificati in base alla loro posizione: la sala macchine, il vano corsa e la cabina.

La sala macchine rappresenta il cuore dell’ascensore e contiene, oltre alle macchine per il sollevamento dell’elevatore, i gruppi elettrogeni del motore e le apparecchiature di controllo.

L’attrezzatura di controllo è una parte essenziale del meccanismo operativo che accelera, decelera e livella la vettura su ogni piano.

La maggior parte della manutenzione ordinaria avviene nella sala macchina e, di solito, include la manutenzione e la riparazione di motori, generatori, interruttori, contatti, freni e controlli.

Il vano corsa, che è il secondo componente da controllare durante la revisione, contiene le guide su cui scorrono la cabina e il contrappeso, le porte del corridoio, i ganci, le serrature, i meccanismi di comando, gli interruttori e altri dispositivi operativi e di sicurezza.

Buona parte della manutenzione di questi componenti dev’essere eseguita dall’interno del vano corsa e all’esterno della cabina dell’ascensore.

La fossa del vano ospita la macchina e contrappone i respingenti, la puleggia del cavo, i dispositivi di tensionamento e i fine corsa.

Il sovraccarico del vano corsa può contenere il meccanismo del regolatore di velocità eccessiva e gli interruttori di fine corsa con spazio per la sicurezza del personale sulla parte superiore della cabina.

La cabina dell’ascensore, che è l’ultimo dei tre elementi che in genere viene controllata, è resistente al fuoco e ben ventilata. In questo caso la manutenzione viene eseguita sul meccanismo delle portiere, sul funzionamento delle apparecchiature di ventilazione e sui sistemi di sicurezza. Questo lavoro, oltre che nella cabina, dev’essere effettuato anche nel vano corsa.

manutenzione ascensore

La pavimentazione della cabina richiede una pulizia e un controllo giornalieri e dev’essere sostituita più spesso rispetto ad altre pavimentazioni a causa della quantità di persone che transitano e della sporcizia che si accumula sulla sua superficie.

Quando sostituisci il pavimento, dovrai assicurarti di usare un materiale antiscivolo, resistente all’acqua, e sostanze non infiammabili per rifinire o pulire la cabina.

La pavimentazione, insieme alla cura degli interni, di solito rientra tra le responsabilità del proprietario dell’edificio.

Oltre a questi tre componenti, per mantenere il corretto funzionamento dell’ascensore, è necessario far controllare e correggere:

  • Il tempo di risposta.
  • Il tempo di viaggio tra i piani.
  • Il livellamento.
  • Il funzionamento della porta.
  • L’avvio e l’arresto della cabina.
  • Il funzionamento delle luci di sala, di chiamata e gli indicatori di piano.
  • L’illuminazione di emergenza e gli allarmi.
  • I dispositivi di comunicazione (ad esempio citofoni o telefoni)
  • La pulizia giornaliera.
  • I danni interni.
  • La segnaletica.
Francesca1988

Autore Francesca1988

Altri articoli di Francesca1988

Lascia un commento :-)