Se stai leggendo queste righe, significa che hai la fortuna di avere un giardino e che hai intenzione di curare al meglio la siepe. Le siepi in giardino hanno una funzione molteplice. Da un lato permettono di tutelare la riservatezza, dall’altro, invece, consentono di aumentare il pregio estetico del giardino.

Per raggiungere questi risultati è però necessario curarle al meglio. Nelle prossime righe, forniremo maggiori indicazioni in merito, con consigli pratici chiari e semplici.

Cosa bisogna fare per mantenere la siepe bella

Le indicazioni pratiche per mantenere belle le siepi in giardino dipendono molto dalle piante che sono state scelte. Ricordiamo innanzitutto il caso delle piante sempreverdi. In situazioni del genere, bisogna considerare il fatto che la siepe crescerà molto in fretta. Per questo motivo, è necessario effettuare una potatura molto frequente, onde mantenere ottimale la salute delle piante e la loro gradevolezza estetica.

In linea generale, le piante sempreverdi sono molto semplici da coltivare. Inoltre, risultano molto resistenti agli sbalzi termici e ai parassiti. A parte la potatura, non richiedono cure particolari. Diverso è il discorso di piante come il bosso, caratterizzate da una crescita particolarmente lenta. Per questo motivo, chi si prende cura delle siepi in giardino deve considerare delle sessioni di potatura più dilazionate nel tempo.

Quando si parla dell’alloro si inquadra invece una pianta particolarmente delicata. Ciò vuol dire che l’irrigazione deve essere effettuata con particolare cautela. Le procedure devono essere avviate quando il terreno è asciutto, così da evitare il ristagno. Per quanto riguarda invece la potatura, ricordiamo che deve essere effettuata due volte all’anno.

Da queste poche indicazioni è chiaro come la domanda “Ogni quanto bisogna innaffiare le siepi del giardino?” non ha una risposta univoca. I tempi vanno valutati considerando il singolo caso e la tipologia della siepe.

Esistono degli orari migliori di altri per innaffiare le siepi del giardino?

Il capitolo dell’irrigazione e della cura delle siepi in giardino è molto affascinante. Forse non tutti sanno che, per gestirle al meglio, è necessario considerare degli orari specifici per innaffiare. Nei mesi caldi dell’anno, è opportuno innaffiare nelle ore più fresche della giornata.

L’optimum sarebbe effettuare l’irrigazione in prossimità del tramonto. Se si vuole, è possibile ricorrere all’irrigazione automatica. In questo caso, però, è necessario rivolgersi a una ditta specializzata per l’installazione del sistema.

Molto importante è ricordare che l’irrigazione delle siepi da giardino può essere effettuata senza sprecare acqua. A tal proposito, si può ricorrere soprattutto a due metodi. Si tratta nello specifico di:

  • Tubo gocciolante
  • Tubo poroso

Le suddette metodologie di irrigazione devono essere poi programmate negli orari più congeniali.

Quando si piantano le siepi?

Concludiamo questa piccola guida con un consiglio “a monte” per chi vuole prendersi cura delle siepi del giardino. Parliamo infatti del momento ideale per piantarle. A prescindere dalle specie scelte, le siepi vanno messe a dimora tra l’autunno e l’inverno. Fondamentale è procedere con il suddetto lavoro prima che il terreno risulti eccessivamente umido.

Altrettanto importante è rispettare la profondità che le singole piante avevano nei vari vasi. Ricordiamo infine che il terreno deve essere preparato almeno una settimana prima della messa a dimora delle siepi.

Beatrice Verga

Autore Beatrice Verga

Altri articoli di Beatrice Verga

Lascia un commento :-)