Category

Cronaca Ambientale

terremoto e energia geotermica

Sfruttamento geotermico e terremoti: Esiste una Correlazione?

Scritto da | Cronaca Ambientale, Energia Geotermica | 0 Commenti

Esiste una correlazione tra sfruttamento geotermico e terremoto?

In uno dei più recenti studi sulla correlazione tra geotermia e terremoti, si legge: “L’esplorazione del sottosuolo finalizzata alla produzione di energia tramite lo sfruttamento del calore interno della terra (l’energia geotermica), ha comportato in alcuni casi un aumento del rischio sismico.” Leggi Tutto!

diga del vajont

Diga Del Vajont: Cos’è Rimasto del Disastro?

Scritto da | Cronaca Ambientale, Energia Idroelettrica | 0 Commenti

L’Italia è da sempre un paese ritenuto all’avanguardia nel campo della produzione di energia elettrica proveniente dalla costruzione di dighe. La Diga del Vajont ne era un chiaro esempio.

Sin da fine ‘800 i costi del carbone e la tradizione plurisecolare della manifattura italiana nell’uso dell’acqua come forza motrice portarono infatti alla graduale introduzione delle centrali idroelettriche.  Leggi Tutto!

cambiamento climatico in europa

Come sarà il clima tra 50 anni in Europa?

Scritto da | Cronaca Ambientale, News dal Mondo | 0 Commenti

La consapevolezza che ci siano in atto dei cambiamenti climatici piuttosto consistenti fa parte del bagaglio culturale di una considerevole parte della popolazione del nostro pianeta, e non è più conoscenza dei soli scienziati. La dimostrazione di quella che fino a 10 anni fa veniva considerata solo una teoria, viene dai sempre più frequenti fenomeni atmosferici che avvengono o in certe parti del mondo dove precedentemente non c’era alcun pericolo oppure in stagioni che abitualmente non erano indicate dai meteorologi come a rischio uragani, grandinate, piogge torrenziali, ecc. Leggi Tutto!

Il Venezuela cambia l’ora ufficiale per risparmiare energia elettrica

Scritto da | Cronaca Ambientale, News dal Mondo | 0 Commenti

La grave crisi energetica che sta colpendo il Venezuela non lascia spazio ad alternative: bisogna risparmiare per far fronte alla grande problematica che si deve affrontare. Ed ecco che la soluzione pare una sola: spostare di trenta minuti indietro le lancette degli orologi, quel tanto che basta per cercare di “tamponare” l’emorragia che sta affliggendo il paese. Leggi Tutto!