Il multimetro o il tester è uno strumento che viene spesso utilizzato da coloro che operano con gli impianti elettrici. Questo infatti spesso viene utilizzato dagli elettrici ma anche da chi si diverte a lavorare su questi e ha bisogno di scoprire se ci sono o meno anomalie o guasti.

Cos’è il multimetro? A cosa serve?

Un multimetro, conosciuto anche con il nome di multitester o tester, è uno strumento in grado di misurare le grandezze elettriche, chiamate in questo caso campi di misura e rintracciabili attraverso la lettura di un unica unità.

banner lampadine led eurocali

tester multimetro digitaleAttraverso questo strumento è possibile: 

  • determinare il valore delle diverse grandezze elettriche
  • misurare le resistenze
  • diagnosticare se ci sono problemi o meno sul circuito elettrico
  • scoprire se sussistono disfunzioni o anomali nell’impianto elettrico

Multimetro: aspetto

Il tester o multimetro si presenta come una scatola dotata di un display in grado di fornire la lettura dei valori. Il display del multitester può essere sia analogico sia digitale. I modelli analogici sul display riportano una scala di valori prestampata e una lancetta oscillante che segnerà il valore della grandezza elettrica.

I modelli digitali invece possiedo un display con contatore digitale, che presenta quattro cifre che partono da 0000, prima della rilevazione e poi aumentano a seconda di ciò che riescono a rilevare. 

Oltre a uno specifico display, il multimetro dispone anche di due porte, una negativa e una positiva, alle quali vengono attaccate le sonde, che possono effettuare la rilevazione dei dati.

Infine, l’ultima parte di questo sistema è la manopola di selezione che serve all’impostazione e la selezione dei vari parametri rintracciabili come corrente, tensione elettrica e resistenza.

Grazie a questa manopola dunque è possibile cambiare la grandezza di misura tra ampere, ohm e volt, oppure la si può usare per modificare la scala del tester.

Tester: funzionamento

multimetro digitale

Il multimetro analogico o digitale è uno strumento basato su un galvanometro. Questo galvanometro è in grado di assorbire l’energia da un circuito per poi riportare qual è il risultato della misurazione. Per riuscire a calcolare al meglio l’energia bisogna impiegare un multimetro che abbia un’impedenza d’ingresso il più elevata possibile.

Il galvanometro posto all’interno del multimetro è praticamente un magnete permanente all’interno del quale è posta una bobina che ruota perpendicolarmente alle linee di un campo magnetico. Nel momento che la corrente inizia a circolare nella bobina, si forma una coppia motrice che porta la bobina a ruotare.

Quando la bobina gira la molla a spirale si oppone alla rotazione sino a quando la resistenza non eguaglia la coppia motrice. Questo processo all’interno del multimetro permette, nei modelli analogici, lo spostamento dell’indice sulla scala prestampata. Nei modelli digitali, invece si vedrà direttamente il valore di misurazione. Infine, mentre i modelli di tester analogici sono dotati di una batteria apposita per la misurazione delle resistenze, quello digitale sfrutta a questo scopo la sua batteria d’alimentazione.

Quali sono le principali categorie di multimetro?

Il multimetro non è disponibile in un unica versione, ma come succede spesso per gli strumenti professionali, anche questo è venduto in più versioni. Le quattro versioni del tester sono suddivise in base allo standard CEN EN61010. Grazie a questo standard è possibile suddividere ogni tester a seconda della capacità di valutare le varie potenze elettriche.

Secondo questa distinzione, possiamo dividere i multimetro in: 

Categoria I: questo lo si può utilizzare per le tensioni, le potenze molto basse e le correnti

Cat. II: questo si adopera principalmente a livello professionale per controllare gli impianti domestici

Cat. III: questa può essere utilizzata per controllare i carichi di potenza che si possono verificare nei pannelli di distribuzione, sulle prese oppure sui motori.

Categoria IV: questa è l’ultimo modello di tester e può essere utilizzato per le potenze molto alte, per la tensione, per le correnti o per i grandi impianti elettrici e anche per i quadri di distribuzione generale.

I multimetri possono essere acquistati in qualunque negozio specializzato. Il prezzo di ogni modello cambia a seconda della categoria che si sceglie di comprare. 

Silvia

Author Silvia

More posts by Silvia

Leave a Reply