Come scegliere le giuste placche per interruttori di casa? Quando si ristruttura o arreda per la prima volta il proprio immobile, una delle ultime cose a cui si pensa, in quanto si applicano alla fine dei lavori sono le placche per gli interruttori. La scelta può variare a seconda di diversi fattori che vanno da quelli estetici sino a quelli tecnici e pratici. 

Infatti, prima di scegliere un modello specifico di placca è bene comprendere se il supporto che abbiamo scelto va bene, anzi la cosa migliore sarebbe acquistare nello stesso momento sia il supporto sia la placca, in questo modo non si avranno problemi di compatibilità.

banner lampadine led eurocali

Per scegliere la placca che preferisci devi anche pensare al marchio al quale vuoi affidarti e ad una delle linee proposte da queste. Ad esempio, un marchio molto famoso come Bticino offre diverse tipologie di collezioni ognuna delle quali ha una sua montatura, vanno bene per un preciso supporto e possono essere impiegate solo in un determinato modo. Lo stesso vale anche per altre aziende, come Vimar e tutti gli altri marchi che producono placche per gli interruttori.

scegliere la giusta placca

Una volta che avrai scelto il marchio che preferisci e individuata la linea che ti interessa, allora si può procedere alla scelta del colore e del design. 

Placche per interruttori di casa: scegliere il colore

La scelta del colore delle placche è molto importante, anche perché queste sono visibili a tutti, quindi specie nelle zone della casa in cui si intrattengono gli ospiti, un colore che stona con le tonalità delle mura oppure con i toni degli immobili potrebbe essere una scelta poco felice.

Dunque la prima cosa è seguire un leit motiv, quindi ho scegli di basarti sui colori dei mobili prendendo delle placche che contrastano con il colore delle mura, o decidi di utilizzare un colore tono su tono con il muro, oppure un colore in contrasto con il muro con effetto chiaro/scuro (ossia se il muro è chiaro scegli la placca scura o viceversa).

I colori delle placche sono davvero tantissimi, quindi avrai un’ampia scelta, in ogni caso ho qualche altro consiglio sul colore. Ad esempio, non è necessario che tutte le placche siano uguali e identiche in ogni stanza. Anzi, sarebbe  meglio scegliere colori che si adattino bene per ogni ambiente della casa.

Per le placche della cucina puoi usare quelle semplici di plastica di colore bianco lucido, oppure se vuoi osare in quest’ambiente potresti utilizzare anche colorazioni lucide che vanno dal blu, al rosso, nero ecc…Naturalmente cerca di constatare che questi colori non facciano “a pugni” con le mura. 

Al fine di arredare ambienti come il soggiorno e il salotto se presenti un mobilio in legno, puoi scegliere delle placche per gli interruttori delle mura di plastica ma che riportano una colorazione molto simile al legno naturale. Negli ambienti padronali, puoi scegliere delle placche di rilievo più eleganti e costose.

Per la camera del bambino, invece, ti consiglio di acquistare delle placche più adatte ai piccoli, ad esempio che abbiano colori pastello, oppure quelle con la luce integrata che si illuminano di notte, ideali per i bambini che non vogliono dormire con la luce spenta.

Placche per interruttori di casa: i materiali

placche interruttori

I materiali delle placche sono così tanti che può essere difficile scegliere qual è il migliore. Infatti, ci sono modelli in acciaio inox, altri in alluminio, le placche in vetro, quelle placcate d’oro o d’argento, i modelli in ottone, in laminato e infine in plastica.

Dato il gran numero di materiali, la scelta tra questi potrebbe essere molto complessa, ma ti può aiutare ad esempio lo stile della placca, se ti piace un determinato design potresti scendere a patto con il materiale di cui è costituita. Se vuoi invece un modello resistente allora devi optare per quelli in acciaio o di plastica dura.

Le placche eleganti invece sono quelle in vetro, o placcate, in entrambi i casi queste tendono a rovinarsi più facilmente e sono molto più fragili. Se cerchi dei modelli di design e moderni sicuramente ti devi affidare a materiali come il laminato e l’alluminio, infine per le case dallo stile vintage e retro allora puoi scegliere una placca in ottone.

Valutazione dei costi nell’acquisto delle placche

Le placche di design, quelle più moderne, complesse e belle da vedere prevedono dei costi molto elevati rispetto a quelle più semplici. Infatti, per ogni linea ci sono dei modelli più economici e altri più cari in base al loro design.

Quindi nella scelta delle placche è necessario optare per quelle economiche e semplici di plastica da porre dietro i mobili e gli elettrodomestici, tanto non si vedono perché spendere una cifra esagerata? Dove invece dovrai scegliere di spendere qualcosina in più sono le zone altamente visibili come ad esempio: il salotto, lo studio, il soggiorno, il bagno e le zone a vista delle camere da letto.

Silvia

Author Silvia

More posts by Silvia