Installare un’applique da parete è un’operazione semplice e alla portata di tutti, basta avere un minimo di manualità e conoscenza degli impianti elettrici.

Le applique da parete sono lampade a muro in grado di garantire effetti di lighting design unici e suggestivi, e capire come installarle nel modo più corretto potrà dare un risalto maggiore alle nostre finiture ed elementi d’arredo.

banner lampadine led eurocali

Applique da parete, cosa sono?

Le applique da parete sono delle lampade da muro, realizzate in finiture e materiali differenti a seconda del vostro stile. Possono essere utili per arredare stanze dai soffitti bassi o interessanti elementi d’arredo in zone particolari della casa.

Come installare un'applique da parete

Le applique vengono installate prevalentemente nei corridoi e sopra angoli di interesse nelle stanze, come sopra un angolo bar o vicino a un pianoforte. La loro luminosità non è invasiva, pertanto possono essere accompagnate da elementi di lighting design più imponenti, come lampadari o plafoniere.

Vediamo come installare un’applique da parete in modo semplice e veloce.

Come installare un’applique da parete.

Per installare un’applique da parete bisogna prima di tutto scegliere la collocazione più adatta. Generalmente vanno installate in coppia o in numero maggiore, molto raramente avremo un’applique singola.

Cercate il punto migliore dove posizionare la vostra applique, ovviamente valutando la disposizione del vostro impianto elettrico. Le applique vanno posizionate a circa 2 metri dal pavimento, poco più che ad altezza uomo.

Questa disposizione evita che le persone ci sbattano la testa e inoltre la luce verrà diffusa in modo molto più piacevole. Posizionarle troppo in alto significherebbe deviare la luce sul soffitto, troppo in basso saranno invece antiestetiche e ingombranti.

 

Come installare un'applique da parete

Foto tratta da Bricoportale

Ma come installare un’applique?

Prima di tutto staccare il contatore dell’elettricità in tutta casa, per evitare pericolose folgorazioni. Premunitevi di guanti da elettricista e iniziate il lavoro.

Prima di montare le applique da parete verificate che i cavi elettrici sporgano di qualche centimetro fuori dalla parete; questo accorgimento sarà necessario per la buona riuscita dell’installazione.

Prendete poi una matita e, con in mano le applique, segnate i punti in cui dovrete fare i buchi sul muro. Questa operazione vi eviterà operazioni superflue o mal riuscite.

Con un trapano create dei fori in corrispondenza dei segni lasciati a matita, verificando che siano stati eseguiti nella maniera corretta.

Prima di avvitare l’applique al muro fate passare i cavi elettrici all’interno della canaletta presente sulla lampada. Con una forbice spelafili liberate la parte finale dei cavi elettrici dalla guaina isolante, congiungendoli con i cavi presenti all’interno della lampada.

Terminato l’allacciamento dei cavi elettrici fissa la placca dell’applique al muro con delle viti, stringendo bene il tutto. Una volta attaccata la placca principale, avvitiamo la lampadina per verificare che l’allacciamento elettrico sia andato a buon fine.

Riaccendiamo l’interruttore e verifichiamo che la lampadina funzioni a dovere. Se la procedura è andata a buon fine stacchiamo nuovamente l’interruttore della corrente elettrica e procediamo all’installazione del diffusore superiore della lampada.

Generalmente va avvitato alla placca tramite delle viti, ma in alcuni casi va installato mediante incastro. Seguite le procedure riportate dal libretto delle istruzioni e una volta conclusa l’intera operazione riattivate l’interruttore generale della corrente per godervi la vostra nuova illuminazione.

Quali lampadine installare su un’applique da parete?

Installare un’applique da parete è solo il primo passo per ricreare l’illuminazione perfetta in una stanza.

Per poter dare luce agli ambienti è necessario trovare una lampadina in grado di dare risalto all’ambiente in maniera funzionale. Ciascuna lampada a muro ha delle caratteristiche che la rendono unica: alcune hanno un paralume in vetro colorato, l’ideale per colorare l’ambiente o donargli una sfumatura colore particolare.

In questo caso è meglio optare per una lampadina LED dal colore bianco naturale, in modo da non deviare le note colore della lampada. Usare un colore freddo o caldo potrebbe creare giochi di colore contrastanti, poco piacevoli.

Se invece l’applique è in metallo o si vuole ricreare un ambiente più freddo e maschile, si può utilizzare una lampadina LED dai 6.000 k in su. Questa temperatura colore garantisce un aspetto industrial e moderno, l’ideale per esaltare finiture metallizzate o industriali.

Qualsiasi temperatura colore scegliate, vi consigliamo le lampadine LED per due motivi: da una parte l’immenso risparmio energetico (utile all’ambiente e alle vostre tasche) dall’altra la lunga durata di vita delle lampadine LED, che arriva a 55.000 ore.

In questo modo illuminerete la stanza in maniera ecologica, conveniente e a basso costo.

 

Silvia Marcellini

Autore Silvia Marcellini

Altri articoli di Silvia Marcellini

Lascia un commento :-)